Il costo per un Wedding Planner

Se ti stai domandando quale sia il costo per un wedding planner significa che ti sei resa conto di aver bisogno di aiuto per organizzare il tuo matrimonio.

Avete fissato già la data, il tempo passa e il grande giorno è più vicino di quanto immagini, ma l’ansia prende il sopravvento quando ti accorgi che non sai da dove cominciare, quali passi vanno fatti e come..ci provi fai qualche telefonata ma non sai cosa chiedere precisamente o non comprendi al massimo cosa ti stanno proponendo i fornitori ed ecco lì che sale la confusione, lo stress e tutte quelle sensazioni “brutte” che trasformano il momento dell’organizzazione da magico e divertente a stressante e sconvolgente.

Ecco che inizia la ricerca e la rincorsa ai migliori preventivi.

E’ piuttosto ovvio che tu voglia avere tutte le informazioni possibili e che vorresti tutto pronto per domani, ma ti consiglio di raccogliere tutte le informazioni che ti servono e poi di prenderti del tempo per valutare a mente fredda.

Il lavoro di wedding planner deve essere svolto in modo professionale.

costi wedding planner

Come si valuta il preventivo di un wedding planner?

Per capire qual è il costo di un wedding planner, innanzitutto va valutato il valore di cosa ti viene offerto, prima di valutare il prezzo: la valutazione del prezzo di un prodotto/servizio si concentra su quante risorse è necessario impiegare per ottenerlo (quanto costa?); la valutazione del valore si concentra, sui benefici derivanti da quel prodotto o servizio (quanto vale? Quanto è importante per me?).

Quindi la prima domanda che dovresti porti è il valore che dai al prodotto/servizio che intendi acquistare, per valutare quanto sei disposta a pagare per ottenerlo.

Ciò che devi considerare sono, secondo me, la qualità del servizio/prodotto, il tempo dedicato a realizzarlo e l’esclusività.

Le voci che compongono il costo di un wedding planner

Tipo di servizio 

Ci sono vari tipi di servizi che un wedding planner può offrire, dal full service (organizzazione completa) a servizi parziali come il solo design, la sola ricerca della location oppure il solo coordinamento della giornata. E’ ovvio che diversi tipi di servizio richiedano un diverso livello di attenzione e di monte ore dedicato, quindi i costi del wedding planner saranno adeguati a queste due variabili. In quanto al valore, è chiaro che nessun servizio parziale potrà garantire il risultato offerto da un servizio completo.

Logistica 

Quando un wedding planner deve preparare un preventivo per una nuova coppia, deve valutare le proprie possibili spese per sostenere l’organizzazione dell’evento. Se il matrimonio sarà organizzato in un’area facilmente raggiungibile per il wedding planner, non sarà necessario quotare rimborsi spese oppure pernottamenti.

Rimborsi spese e pernottamenti, pur non rappresentando un guadagno per il professionista, sono costi che dovranno essere coperti dai clienti e per questo motivo inseriti in preventivo.

Numero di ospiti 

Gestire un matrimonio con 50 invitati è molto diverso dal gestirne uno con 200 persone. Se il matrimonio per cui stai chiedendo una quotazione prevede tanti invitati, questo è un dato che il wedding planner deve conoscere perché è in una fase in cui deve fare una prima valutazione del numero di fornitori che dovrà andare a gestire. Con tanti ospiti aumentano le possibilità di necessitare di più trasporti collettivi, di stanze di hotel e di almeno un assistente aggiuntivo, che ovviamente dovrà essere pagato. Il voler aggiungere un ulteriore event manager è, nella maggior parte dei casi, una necessità non negoziabile, perché permette di poter gestire tempi ed eventuali problematiche con più tranquillità e sicurezza.

Budget a disposizione 

Può capitare che, prima di preparare un preventivo, il wedding planner chieda un’indicazione in merito al budget a disposizione. Questa informazione serve a valutare due cose:

1 – se il matrimonio che avrete descritto sia davvero realizzabile

2 – il numero di fornitori da gestire.

Ti faccio un esempio: se ho due matrimoni con 100 invitati ma per uno ho un budget di 20.000 euro e per l’altro un budget di 60.000, è probabile che il mio preventivo per il matrimonio con 60.000 euro sia più elevato. Il motivo è che tra I due matrimoni ci sarà una sostanziale differenza del numero di fornitori che dovrò gestire.

Con il primo matrimonio avrò esaurito il budget con circa 14 fornitori, con un budget maggiore, invece, io so che il mio cliente vorrà più cose perché ha risorse per poterle ottenere, quindi io come wedding planner dovrò lavorare con più fornitori e il mio monte ore aumenterà in modo considerevole.

Portfolio 

Un portfolio più o meno ricco, più o meno vario, gioca un ruolo importante anche nella definizione del prezzo di un wedding planner.

Un portfolio è sicuramente un’indicatore della creatività del wedding planner, mostra almeno in parte il livello di complessità degli eventi che il professionista ha saputo gestire fino a quel momento.

Anni di esperienza 

Gli anni di esperienza aumentano il valore della consulenza che riceverai da un wedding planner. Un wedding planner con una carriera dimostrabile alle spalle potrà garantirti un risultato sicuro e di alto livello perché significa avere qualcuno che si è già messo alla prova con un variegato numero di situazioni, che ha un ampio numero di fornitori e contatti, che si sta formando da lungo tempo, che ha un grande resistenza allo stress.

Tipo di compenso 

Questo fattore lo devi valutare quando ti trovi davanti ad una serie di richieste molto elevata. Non ti devi allarmare di fronte ai prezzi più elevati, bensì di fronte ai prezzi troppo bassi che molto spesso offrono un servizio scadente, con uno staff insufficiente, materie prime di bassa qualità, un livello per nulla adatto ad un evento come quello che desideri.

Ci sono poi varie tipologie di compenso richiesto dal wedding planner: il forfait, la percentuale sul totale del budget, il costo orario, ma voglio metterti in guarda dal collega che richieste questa tipologia di compenso perché di certo un wedding planner non deve farsi pagare per il suo tempo, deve farsi pagare per il valore che produce in quel lasso di tempo.

Inoltre, vorrei che fosse chiaro il concetto che le cose ricevute gratuitamente non vengono apprezzate allo stesso modo: sono percepite come cose (o servizi) di poco o nessun valore, ed è proprio il valore di quello che ti viene offerto il motivo per cui è giusto dare un compenso.

Con i miei sposi miro a costruire sempre dei rapporti basati sulla fiducia più assoluta che sono sicura contribuisca a far loro vivere non solo il giorno del matrimonio, ma anche i preparativi, come un momento bello e sereno della loro vita.

Se anche tu vuoi essere una sposa soddisfatta sia del percorso di organizzazione sia del risultato finale, affidati ad un wedding planner, saranno soldi spesi sicuramente bene che ti garantiranno un evento unico e curato dall’inizio alla fine; ma anche se avessi cominciato da sola e ti fossi resa conto in un secondo tempo di aver bisogno di un supporto, scrivimi subito, sarò felice di aiutarti!

Valentina

Post Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *